Elenco dei prodotti per la marca Ping

Solheim iniziò il golf PING come attività di garage nel 1959. La sua frustrazione durante il gioco del golf era dovuta alla sua difficoltà a mettere con le attrezzature dell'epoca.

L'ingegnere della General Electric ha inventato un nuovo putter nel suo garage noto come "PING 1A". Invece di attaccare l'asta al tallone della lama, l'ha attaccata al centro. Ha applicato i principi scientifici alla progettazione delle mazze da golf, che in precedenza era stata basata in gran parte su tentativi ed errori, trasferendo gran parte del peso della testa del bastone sul perimetro. Il nome "PING" deriva dal suono che Solheim sentì quando il metallo colpì la palla. [2] Il famoso musicista e giocatore di golf Murray Arnold dichiarò nel 1960 che la testa del bastone, colpendo la palla, risuona con il passo 440 usato per accordare i pianoforti. [3] Alla fine del 1960, Solheim aveva 6 progetti, attutiva intenzionalmente il "rumore metallico" e aveva realizzato oltre 2.000 putter nel suo garage. [4] Nel 1961, i Solheim si trasferirono da Redwood City, in California, a Phoenix, in Arizona, dove la compagnia avrebbe trovato una sede permanente. Nonostante l'aumento delle vendite del putter PING, Solheim ha continuato a creare i suoi putter da solo nel suo garage dopo aver lasciato la General Electric. Nello stesso anno, ha inventato il suo primo set di ferri che ha chiamato "69", che considerava un buon giro di golf. Solheim ha continuato a sperimentare gli effetti di un buon appesantimento del tallone-punta nei suoi ferri e ha anche fresato una cavità nella parte posteriore in acciaio dei ferri per un maggiore perdono. La prima vittoria del PGA Tour usando un club PING arrivò nel 1962 al Cajun Classic Open Invitational di John Barnum. Le vendite dei putter PING sono aumentate con il costante aumento della popolarità. La Coppa del Mondo di golf del 1965 ha portato vendite ancora maggiori dei putter PING fabbricati in garage poiché molti dei migliori giocatori hanno utilizzato i putter PING durante l'evento televisivo in Giappone.